Fotogallery

Sul sito del nostro socio Salvatore Giallo due slideshow sulle grotte di Monte Inici.

  Avvia slideshow                                       Avvia slideshow

 

 L'Abisso dei Cocci è' una cavità naturale con due ingressi a diversa quota, si sviluppa prevalentemente in senso orizzontale e su diversi livelli collegati da interessanti pozzi sino a raggiungere la profondità massima di 305 m circa.
La sua morfologia è omogenea a tratti, ossia presenta, ambienti che lasciano trasparire i processi d'escavazione specialmente nelle gallerie a sezione ovoidale e nelle volte a cupolette d'evorsione, ed ambienti completamente e riccamente concrezionati ove è ancora presente copioso stillicidio soprattutto nei periodi invernali, quando non è difficile trovare altri laghetti stagionali oltre a quello perenne che occupa la fine del ramo dei laghi.
Lungo le gallerie iniziali è un susseguirsi di suggestioni per i caratteristici effetti scenografici che assume man, mano l'ambiente.

 

La Grotta del Cavallo, o dell'Eremita , è una interessantissima cavità naturale con più ingressi a varie quote, si sviluppa prevalentemente in senso orizzontale, su diversi livelli collegati da bellissimi pozzi sino a raggiungere la profondità massima di m 285.
La sua morfologia è omogenea ossia presenta ambienti prevalentemente scoperti di concrezionamento calcitico, tranne nel tratto iniziale prossimo al pozzo in risalita ove è ancora presente copioso stillicidio soprattutto nei periodi invernali, tutto il resto si presenta con una escavazione tipica di erosione corrosione diffusa, soprattutto nelle pareti delle sale ed a cupolette d'evorsione lungo tutte le volte dei condotti.

E' pure evidente in quest'ultimi, anche il fenomeno d'escavazione gravitativa riscontrabile sia nelle sezioni ideali delle gallerie che nelle numerose vaschette residue di lento scorrimento, mentre, cosparsilungo quasi tutta la loro estensione si notano degli strani e soffici depositi terrosi con tracce di gesso (precedentemente definiti dall'inquadramento geologico di Simona Bracco).
Sono altresì, da apprezzare particolarissime superfici di roccia o d'antiche colate stalattitiche erose e corrose nel tratto mediano dell'abisso.